Translate

Time Machine

1974 (20) 1975 (19) 1989 (18) 1976 (17) 1981 (16) 1982 (16) 1972 (15) 1978 (15) 1986 (15) 1992 (15) 1994 (15) 1979 (14) 1955 (13) 1967 (13) 1971 (13) 1962 (12) 1973 (12) 1980 (12) 1984 (12) 2014 (12) 1977 (11) 1983 (11) 1968 (10) 1985 (10) 1988 (10) 2013 (10) 1966 (9) 1987 (9) 1993 (9) 1949 (8) 1990 (8) 1995 (8) 2015 (8) 1958 (7) 1965 (7) 1997 (7) 1964 (6) 1991 (6) 2000 (6) 2016 (6) 1970 (5) 2003 (5) 1948 (4) 1954 (4) 1957 (4) 1959 (4) 1961 (4) 1963 (4) 1969 (4) 1996 (4) 1998 (4) 1999 (3) 2001 (3) 2005 (3) 2012 (3) 1928 (2) 1950 (2) 1951 (2) 1953 (2) 1956 (2) 1960 (2) 2002 (2) 2010 (2) 2011 (2) 1929 (1) 1936 (1) 1937 (1) 1938 (1) 1939 (1) 1942 (1) 1943 (1) 1946 (1) 1947 (1) 1952 (1) 2004 (1) 2006 (1)

lunedì 30 dicembre 2013

Valentina di Guido Crepax il telefilm 1989***



Furono prodotti 13 episodi da 60 minuti del personaggio a fumetti più famoso di Guido Crepax.
Una cosa che non sapevo è che le puntate erano sceneggiate da Gianfranco Manfredi, papà di Magico Vento e Gordon Link.

La regia era di Gianfranco Cagni e Giandomenico Curi


A interpretare la bella fotografa venne chiamata la maestosa, ai tempi almeno, Demetra Hampton, modella americana scelta in un casting dove si erano presentate in più di duecento.
Crepax fu contento della scelta, almeno così ricordo di aver letto, poi non so se l'autore  fece di necessità virtù perchè effettivamente la Valentina dei comics, in attività dal 1965 e probabile nipote di Corto Maltese, era sensuale ma di bellezza aristocratica.
L'attrice americana era  più polposa, perfettamente nei canoni del Drive In dettati da Mediaset.

E te pareva con la gnocca di mezzo...
Philip Rembrandt era interpretato da  Russel Case ed in alcuni camei abbiamo Kim(ono d'oro) Rossi Stuart, Eva Robin's e nei panni di una strega Sabrina Ferilli. 

Si non sembra ma è la Ferilli

Io il telefilm lo ricordo noiosetto ma fedele anche se mancava tutta la parte onirica  e i monologhi interiori che rendevano un minimo interessante la controparte (per me ahimè indigeribile)  di carta ed il tutto dava
quell'impressione di vorrei essere Tinto Brass ma siamo in televisione e certe cose non posso mostrarle.
Non ho idea di come sia ridotta adesso la Demetra ma dopo che ho visto Tinì Cansino ad Uomini e Donne non voglio più sapere che fine hanno fatto i miti dell'albo Ginfizz che leggevo a sbafo dal mio barbiere, pena delusione altissima e consapevolezza del tempo che avanza per loro ma anche per me. 


Nel complesso una serie che è eighties più che mai ma con il suo mood videoclipparo, il coraggio di proporre erotismo come componente principale di un telefilm ed essendo uno dei pochissimi Cine(tele?)comics italiani un buono devo almeno darglielo.
Un pregio del prodotto televisivo è che le sceneggiature di Manfredi sono state un utile riassunto comprensibile di quel che aveva scritto e disegnato il Crepax, autore di cui non ho mai capito una mazza.
Limiti miei ma il fumetto d'autore non riesco a digerirlo nemmeno con la Citrosodina.
La serie è uscita anche in DVD per quelli della Mondo Home Video ma io ho rivisto soltanto qualche episodio su Youtube e purtroppo non so dirvi se  il cofanetto merita l'acquisto oppure no.

9 commenti:

  1. A suo tempo vidi solo mezzo episodio, avevo 14 anni e il senso di proibito annunciato da questo telefilm erotico fu una bella attrattiva. Peccato che trovai la trama incomprensibile, le scene senza una distinzione tra sogno e realtà, e il tutto difficile da capire. Infine, di erotico vidi solo della lingerie addosso a Demetra, ma il contesto sadomaso della scena non l'ho mai saputo associare a qualcosa di erotico quanto piuttosto di perverso.

    In merito a come sia Demetra oggi, non oso pensarci, gulp!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' ancora una donna stupenda, forse oggi più affascinante di quanto non fosse all'epoca. La puoi vedere nella puntata di Comixology dedicata a Valentina.

      Elimina
    2. Vista...effettivamente è ancora un appetibile milf

      Elimina
  2. Ammetto che su youtube vidi sono una scena...
    Una mezza chiappa... poi nada nada.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su Youtube, al di là della mezza chiappa, non potevi sperare di più... Sono dei bigotti: conteggiano i centimetri quadri di epidermide mostrata nel video, ma lasciano sui loro server spazzatura tipo i video di Fabri Fibra, i combattimenti tra animali di specie diverse, eccetera...

      Elimina
  3. "La regia era di Gianfranco Cagni [...]"
    Gianfranco Giagni, che nel 1988 diresse anche un curioso horror - "Il nido del ragno" - sceneggiato, tra gli altri, dal solito Manfredi. Quest'ultimo utilizzò anni dopo il soggetto del film, rielaborandolo, per una storia di Dylan Dog disegnata da Roi e apparsa sui numeri 110 e 111: "Aracne" e "La profezia".
    Tutto questo, lo so, non c'entra una mazza con Valentina e Demetra Hampton, ma ho voluto scriverlo lo stesso. ;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai fatto bene, io spero in commenti , sono proposte per ulteriori letture

      Elimina
  4. Se non ricordo male, allo scoppiare di Tangentopoli, l'allora fidanzato della Hampton scappo all'estero, e lei lo segui. Per questo non prosegui la sua carriera televisiva.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...